Risorse

Counter

Today1
Month66
All14875

VCNT - Visitorcounter

Login

Home

Mission & Vision

“Jus’to Love”: mission e vision - ENGLISH VERSION  bandiere gbr

“Jus’to Love” è nato per soddisfare un’esigenza del territorio di Pisa. Infatti a Pisa e dintorni, almeno fino a sei mesi fa, non esisteva alcuna offerta indirizzata in modo esclusivo alle persone vegetariane. Adesso, nonostante la crisi non abbia intaccato in modo particolare l’afflusso turistico e il Comune stia svolgendo dei lavori di incremento dell’offerta turistica, il territorio presenta un solo piccolo bar vegano situato nella zona di Piazza Dante (parlando del 2012).

L’idea di creare “Jus’to Love”, e di presentarlo a una gara della Regione Toscana per l’Imprenditoria femminile, nasce proprio dal sentimento di questa “assenza”; che ci ha permesso di intravedere la possibilità di introdurre nel territorio di Pisa un’offerta eno-gastronomica adatta alle esigenze dei vegetariani e in linea con il concetto di consumo etico del cibo.

Personalmente è da molti anni che ho deciso di adottare un’alimentazione e uno stile di vita vegetariano, passando anche attraverso le varie evoluzioni della cucina vegana e lacto-vegetariana, e sperimentando in quasi trentacinque anni di vita gusti, sapori ed esperienze vegetariane positive.

La mia esperienza di vegetariana, infatti, mi ha portato a riscoprire i gusti dei prodotti naturali e spontanei della terra. Ho imparato che i prodotti vegetariani sono deliziosi, variegati, dal costo decisamente contenuto, e soprattutto, rispetto alla carne, hanno il grande vantaggio di non contaminare l’ambiente con il metano e gli scarti prodotti dagli animali, evitando così la sofferenza dovuta ad eventuali maltrattamenti e la costrizione innaturale che essi subiscono negli allevamenti.

L’etica vegetariana ha come scopo il miglioramento della vita a 360°: umana, animale e, attraverso il risparmio energetico, anche ambientale.

La proposta di “Jus’to Love” è quella di invogliare i cittadini al consumo di prodotti naturali e all’adozione di una dieta mediterranea rivista in chiave vegetariana attraverso l’impiego di succhi, frullati, nettari, verdura, ortaggi e frutti legati ai prodotti tipici di ogni stagione, seguendo una fascia di mercato in continua crescita e già ampiamente diffusa in altri paesi, e offrendo degustazioni di prodotti freschi e naturali anche con l’opzione del catering vegetariano o del “pasto veloce e economico” (panino, frutta e bibita) che vada incontro alle esigenze di studenti, turisti e lavoratori in pausa pranzo.

Il progetto di “Jus’to Love”, come si può evincere chiaramente dal logo, è anche fortemente legato al territorio di Pisa e alle sue origini etrusche; infatti, ancora oggi, nelle vicinanze del complesso monumentale di Piazza dei Miracoli, sono visibili i resti della cultura e della civiltà etrusca, in particolar modo nel tumulo di via San Jacopo, e alcuni pisani asseriscono che scavando un po’ sono tanti i resti della civiltà preromana che giacciono nascosti nel sottosuolo in attesa di essere scoperti.

Ma “Jus’to Love” va ancora più avanti nella storia di Pisa, e omaggia anche la presenza e l’affetto che il poeta Giacomo Leopardi ebbe per questa città. Giacomo Leopardi, infatti, non si rifugiò a Pisa per dimenticare il suo amore infelice per la giovane e bella Silvia a cui dedicò la famosa poesia che tutti conoscono, ma soprattutto per trovare l’ispirazione giusta per le sue liriche. Pisa riuscì a stregare questo poeta affascinandolo e facendolo innamorare dei suoi paesaggi, sapori e tradizioni piene di storia. Per questo Giacomo Leopardi assurge a simbolo del visitatore-turista che ammaliato dalla bellezza di questa piccola città decide di portarla per sempre nel suo cuore e di renderla eterna attraverso la sua poesia.

Storia, cultura e buon cibo sono i valori che “Jus’to Love” intende perseguire e trasmettere, anche se allo stato attuale, per cause logistiche, il progetto sta attraversando una fase di stand-by. Ad ogni modo, esso continua attraverso l’entusiasmo e la fiducia di quanti ci credono e ci hanno investito, nonostante la crisi che attraversa l’Europa abbia in parte bloccato lo spirito di competitività e i prezzi del mercato, e soprattutto attraverso il sito web che consente di fare informazione e comunicazione corretta su ricette, cibo, idee e stili di vita vegetariani e vegani.